Quasi tutte le madri e gli operatori sanitari sanno che i farmaci assunti dalla madre che allatta possono passare nel latte; così, quando un medico scrive qualcosa su un ricettario e lo mette in mano alla madre, non c’è da stupirsi se poi talvolta dice alla mamma di interrompere l’allattamento. Ma in questo modo nessuno ci guadagna: l’interruzione improvvisa espone a stress emozionali e rischi significativi per la salute tanto la madre quanto suo figlio.

Se la conversazione tra la donna e il medico finisce qui, i problemi verranno dopo; invece la mamma che si trova in questa situazione ha bisogno di cominciare a far domande e intraprendere una discussione prolungata, riguardo alla cura della sua salute, della quale ella sia parte attiva. È vero: non è facile discutere la prescrizione del medico, specialmente se sei malata e preoccupata della tua salute; ma ci sono buoni motivi per parlare con lui delle possibili alternative al termine o all’interruzione dell’allattamento, anche di quello temporaneo.

Questi suggerimenti possono sempre tornare utili ad altre mamme, ed anche all’operatore stesso se la mamma condivide con lui informazioni, dubbi e perplessità.